Quantcast

Garda, cipressi colpiti da un insetto

Molte piante lungo la sponda bresciana e veneta del lago si stanno seccando sotto l'azione di un piccolo animale. Corsa contro il tempo per salvarle.

Più informazioni su

Cipressi Garda(red.) Si chiama “Cinara cupressi” l’ultima minaccia per le piante del lago di Garda. E’ un insetto che sta uccidendo migliaia di cipressi sulla sponda bresciana del Benaco. L’allarme è riportato da Bresciaoggi che segnala come l’animale faccia seccare diversi cipressi comuni e argentati. Il primo a scoprirlo è stato Francesco Capuccini, presidente di Agricoop alto Garda Verde che gestisce da tempo il verde pubblico di Brescia, Gargnano, Toscolano Maderno, Gardone Riviera, della Comunità montana dell’alto Garda bresciano e del Consorzio forestale Valvestino.
L’insetto raggiunge gli alberi e li colpisce, mentre poi sono le formiche a diffondere la malattia e a farle essiccare. Un problema simile si verificò negli anni ’90 quando un fungo colpì diverse piante. Poi con dei trattamenti vennero curate. Il Consiglio nazionale delle ricerche che monitora la situazione consiglia l’uso di pesticidi non troppo tossici, anche se forse è ormai troppo tardi. Queste tecniche con l’estate e la stagione calda potrebbero non funzionare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.