Quantcast

“Ingiusto declassare scuola bresciana”

Fabio Rolfi ha chiesto alla giunta Maroni di intervenire sulla vicenda: "A Brescia due università e rete consolidata e di qualità".

Più informazioni su

    fabio rolfi(red.) Si è svolta, nella seduta di martedì 5 maggio del Consiglio regionale, l’interrogazione sul declassamento della scuola bresciana. Nel merito è intervenuto il vice capogruppo della Lega Nord, Fabio Rolfi. “Quest’interrogazione all’Assessore – afferma Fabio Rolfi – nasce dalla disapprovazione diffusa generata a Brescia dalla dichiarata volontà da parte del Ministero della Pubblica Istruzione di declassare in terza fascia la Provincia di Brescia per quanto concerne l’istruzione. È bene specificare che si parla di una realtà con una rete scolastica consolidata e importante per numeri e qualità, sede di ben due università, non certamente una realtà da serie C”.
    “Purtroppo”, ha aggiunto Rolfi, “ci troviamo di fronte all’ennesimo episodio per colpire e togliere rilevanza al territorio bresciano. Siamo consapevoli che questo declassamento non comporti una riduzione di servizi, certamente però ne conseguirà una minore attenzione, diversa rispetto al passato per quanto riguarda l’articolato mondo di un’istruzione pertinente ad un’area che per complessità e grandezza non ha eguali in Italia. Per queste ragioni pensiamo che avere un provveditore a “mezzo servizio”, condiviso con Milano, costituisca una grave scorrettezza da parte di un Governo che non perde occasione di dimostrare il suo disprezzo verso i territori più virtuosi del Paese. Per questo ho chiesto alla giunta di non essere inerte su questo tema ma di tutelare il sistema scolastico provinciale che non merita – conclude Rolfi – declassamenti e retrocessioni.”

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.