Quantcast

Travolge minorenne, udienza di convalida

E' fissata per mercoledì 19 novembre. Il 37enne di Pisogne arrestato aveva un livello di alcol nel sangue oltre 5 volte il limite. E gli era appena stata riconsegnata la patente.

posto di blocco polizia(red.) E’ attesa per mercoledì 19 novembre l’udienza di convalida del 37enne che, in stato di ebbrezza, ha travolto e ucciso in auto il 17enne Damiano Pedri a Gratacasolo di Pisogne. L’imputato dovrà rispondere alle domande del gip Paolo Mainardi del Tribunale di Brescia, titolare dell’inchiesta che vede l’individuo accusato di omicidio colposo con la gravante dell’alterazione da alcol (gli è stato riscontrato un tasso alcolemico di 2,5 milligrammi, pari a 5 volte oltre il limite). All’automobilista era stata appena riconsegnata la patente (da 12 giorni) dopo un anno di sospensione, sempre per guida in stato di ebbrezza.
La tragedia è avvenuta la sera di sabato 15 novembre. Il minorenne stava uscendo in motorino da via Comarolo, dopo aver accompagnato un amico a casa, quando è stato centrato in pieno dalla Fiat uno del 37enne residente a Pisogne, che stava viaggiando in compagnia del fratello. Lo scooter di Damiano è stato colpito con una tale violenza che il ragazzino è stato sbalzato a 20 metri dal punto di impatto, morendo quasi sul colpo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.