Auto e moto sotto i 30 anni, si paga il bollo

Lo prevede la Legge di Stabilità. Nel bresciano sono 47mila le vetture che garantiranno all'Erario un gettito pari a oltre 7 milioni di euro.

Più informazioni su

    (red.) Auto e moto storiche nel mirino della Legge di Stabilità che ha portato alla abolizione della esenzione dalla tassa di possesso per i mezzi con almeno 20 anni di anzianità e sotto i 30.
    Secondo l’ASI (Automoto Club Storico Italiano) il provvedimento, che dovrebbe colpire 375.000 veicoli, potrebbe portare all’Erario una somma valutata in 7,5 milioni di euro (e non i 56 che derivano dal calcolo di un’adesione al 100% alla nuova normativa).
    La perdita per il sistema Italia, secondo l’ASI, sarebbe invece molto più elevata perché la perdita di oltre 300mila veicoli storici – oltre al danno sul valore ‘culturale’ delle auto e delle moto – significherebbe un ‘taglio’ al fatturato dei meccanici, dei ricambisti e degli altri specialisti pari a 650 milioni di euro.
    Lo Stato, mantenendo queste nuove norme, non incasserebbe poi 18 milioni di euro dalla revisioni di questi 350mila veicoli e altri 12,5 milioni in meno andrebbero a mancare al comparto del turismo.
    Nel bresciano sono 47mila le vetture con meno di 30 anni e più di 20, sinora esentatate dal bollo, che produrranno così, secondo le stime, un gettito pari a 7,1 milioni di euro.

     

     

     

    Solo a

     

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.