Quantcast

Al Comune di Brescia l’Award Ecohitech

La Loggia si è aggiudicata il premio nazionale grazie al lavoro sull'illuminazione pubblica a Led per una riduzione dei consumi di 5,5 miloni di kilowatt.

(red.) Il Comune di Brescia si aggiudica l’edizione speciale dell’Award Ecohitech, premio alle tecnologie eco-sostenibili rivolto alle pubbliche amministrazioni, grazie alle iniziative intraprese nel campo dell’illuminazione pubblica a Led.
La cerimonia di consegna si è svolta il 9 ottobre a PadovaFiere, in occasione della mostra-convegno Illuminotronica, punto di riferimento per gli operatori del settore. A ritirare il premio, per il Comune di Brescia, l’assessore alla Rigenerazione urbana Valter Muchetti. Con lui Gianpietro Tonni, responsabile dell’illuminazione pubblica per A2A – Brescia.
L’Award Ecohitech, che si svolge ormai da sedici anni, viene assegnato alle aziende e agli enti pubblici che hanno raggiunto significativi risultati in tema di eco-compatibilità e risparmio energetico attraverso l’adozione di tecnologie innovative. In questa edizione, il premio è dedicato esclusivamente alle amministrazioni pubbliche che hanno incentivato l’utilizzo di tecnologia a Led nell’illuminazione stradale e nell’arredo urbano.
“Un riconoscimento importante”, ha dichiarato l’assessore Valter Muchetti. “Una conferma tangibile che gli sforzi dell’amministrazione comunale nel migliorare l’illuminazione pubblica, in un’ottica di efficienza e risparmio energetico, vanno nella giusta direzione e sono all’avanguardia”. Il progetto del Comune di Brescia prevede la sostituzione degli attuali corpi illuminanti con proiettori Led di nuova generazione. Un intervento che porterà a una riduzione dei consumi di 5,5 miloni di kilowatt e a un abbassamento delle emissioni di Co2 di 3mila tonnellate all’anno. Assieme al Comune di Brescia hanno ricevuto il premio il Comune di Casalmoro (Mn) e il Comune di Forni di Sopra (Ud).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.