Quantcast

“Patto per Brescia” a un binario morto?

Respinte da Cgil, Cisl e Uil le modifiche apportate al testo da Associazione Industriale bresciana. «Così si vanifica la concertazione».

(red.) Il “Patto per Brescia” viaggia verso un binario morto? La Cgil si è detta «indisponibile», mentre Cisl e Uil sono critiche sui ritocchi chiesti da Aib.
L’associazione Industriale bresciana, infatti, chiamata ad approvare o respingere il documento uscito dall’ultima riunione del 3 ottobre con i tre sindacati, ha deciso che il documento va modificato in alcune parti.
Quali? Variazioni sulle quali le sigle sindacali avevano già espresso il proprio dissenso, ovvero: l’accordo sulle erogazioni economiche con l’inclusione della variabile legata alla presenza/assenza dei lavoratori ed il cambio degli orari di lavoro, finalizzato a rispondere, a seconda delle necessità, alle richieste del mercato e /o produttive degli impianti.
Nella nota degli industriali, infatti, si fa riferimento a «un premio di risultato variabile, obiettivi di produttività e assiduità, rispetto delle regole, utilizzo degli impianti». Ma i segretari di Cgil (Damiano Galletti), Cisl (Enzo Torri) e Uil (Daniele Bailo) avevano ricevuto mandato di firmare la prima bozza di Aib e non la seconda, modificata.
Per i sindacati accettare le variazioni introdotte dagli industriali significa rendere inefficace lo strumento della concertazione. Anche Galletti aveva criticato il testo dell’accordo e, in un primo tempo, rifiutato il documento. Uil ha detto di valutare il nuovo testo, ma, secondo i sindacati bresciani, le modifiche apportate da Aib mettono una seria ipoteca sulla entrata in vigore del cosiddetto “Patto per il lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.