Quantcast

Turismo, l’appeal di Brescia? Per tutte le stagioni

Nei primi sei mesi dell’anno, in città, registrato un + 63% di accessi di turisti rispetto al pari periodo 2013. E a luglio sono stati il 13 % in più.

(red.) Buone nove sul fronte turistico a Brescia. Se la stagione estiva in corso non ha certamente aiutato le località dei laghi, causa maltempo, in città le cose sembrano andare diversamente.
Almeno, stando ai dati dei due Infopoint cittadini che fanno registrare, nei primi sei mesi dell’anno un + 63% di accessi di turisti rispetto al pari periodo 2013. Numeri che confermano l’apprezzamento per quello che in una recente visita la Lonely Planet indica come «il miglior ufficio informazioni in territorio lombardo».
I dati sull’affluenza turistica a Brescia nel luglio 2014 indicano 3 mila accessi, ovvero un incremento del 17 % di persone rispetto allo scorso anno.
Gli Infopoint vengono gestiti da Bresciatourism dal 2008 sulla base di un accordo di collaborazione con il Comune di Brescia (socio fondatore della stessa società di promozione turistica). Nel 2011 l’apertura della sede in Piazzale Stazione e dall’inizio del 2013 il trasloco nei nuovi spazi inPiazza Paolo VI-Via Trieste 1.
Nel primo semestre dell’anno l’utenza turistica totale agli Infopoint di Piazza Paolo VI (ViaTrieste) e della Stazione Ferroviaria è stata di 9.124 turisti, il 37% dall’Italia e il 63% dall’estero.
Da gennaio a marzo è maggiore l’affluenza di italiani (Lombardia, Veneto, Liguria ed EmiliaRomagna). Con la Pasqua la tendenza si inverte. La maggioranza degli stranieri ha motivato la propria presenza con la volontà di conoscere la città della Mille Miglia a seguito delle prime vacanze sul Lago di Garda. Il periodo giugno-luglio 2014 è stato condizionato dal maltempo, fattore che haspinto i turisti a visitare le città d’arte vicine ai laghi. Nei mesi di luglio e agosto è forte l’afflusso di olandesi e tedeschi.
Le principali richieste avanzate dal pubblico riguardano la visita al Castello di Brescia, gli itinerari ciclabili a Brescia e Provincia (Bicimia incuriosisce gli stranieri), le attività per bambini/famiglie, gli eventi a Brescia e provincia, i mezzi di trasporto (navigazione laghi, trasferimenti da/per aeroporti, orari bus-treni da Brescia verso i laghi).
L’infopoint è diventato un punto di riferimento anche per i cittadini di Brescia e provincia che adesso si rivolgono frequentemente per avere informazioni di vario genere. Fra i servizi di carattere turistico e culturale più gettonati spicca la richiesta del calendario degli eventi e delle esposizioni che si svolgono in città; numerose sono anche le domande sulle manifestazioni che si tengono fuoriporta o fuori provincia (l’Infopoint infatti dà informazioni e distribuisce materiale promozionale anche sulla Provincia e sulle città d’arte del Circuito della Pianura Padana). Vari turisti e cittadinisono iscritti alla mailing list e ricevono puntuali aggiornamenti e news (attualmente gli iscritti sono 10.500).
Dai dati citati sono esclusi i numerosissimi contatti che pervengono quotidianamente via mail o per telefono dalle varie parti del mondo, per ricevere materiale, sino alle semplici informazioni viabilistiche o di natura generale.
Il trend positivo che si evidenzia dai dati raccolti dall’InfoPoint fa guardare inoltre con accresciuto ottimismo alla definitiva approvazione del DL 83, fortemente voluto dal Ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini. La nuova legge introduce novità e agevolazioni fiscali pe rfavorire la competitività del comparto turistico attraverso la sua digitalizzazione e la ristrutturazione e riqualificazione degli alberghi. Seppur in forma minore, anche le strutture turistiche potranno contare sulla deducibilità prevista dall’”ArtBonus”: nella fattispecie, su un credito d’imposta pari al 30% delle spese sostenute negli anni 2015, 2016 e 2017, per l’acquisto di impiantiwi-fi, progettazione di siti web, software per prenotazione e il pagamento on line, servizi di webmarketing oltre che per la formazione digitale del personale dell’impresa. Altra misura analoga per le opere di riqualificazione e accessibilità degli immobili che ospitano alberghi e ristoranti (ad esempio l’eliminazione delle barriere architettoniche).
Il crescente appeal di Brescia nel circuito del turismo, soprattutto quello culturale, unitamente alleopportunità che la nuova legge Franceschini consegna ora nelle mani delle diverse realtà addette al settore, pubbliche o private che siano, aggiunge slancio al grande impegno con cui la città e il territorio guardanoall’appuntamento di Expo 2015. Grazie anche al contributo di Regione Lombardia e ai fondi dalla stessa stanziati per i Distrettidell’Attrattività, Brescia si prepara ad intercettare e ad accogliere durante il semestre dell’esposizione universale un flusso turistico di non comune portata, mettendo a disposizione dei visitatori le proprie eccellenze storico-artistiche (a partire dalla IV cella, dal Capitolium e dal Museodi Santa Giulia), la tipicità della propria ristorazione, la professionalità e l’accoglienza dei propri esercizi commerciali e ricettivi. Fondamentale diventa anche, sottolinea la Loggia, in un territorio che già beneficia di grande presenza turistica legata ai laghi, creare reti e opportunità in grado difacilitare l’interscambio fra le zone di più tradizionale econsolidata vocazione turistica con il capoluogo. A questo mira l’adesione del Comune di Brescia al Consorzio Garda Lombardia, all’interno di un accordo con Bresciatourism che, in continuità rispetto a quanto già sviluppato negli ultimi anni,prevede molteplici azioni promozionali: dalla diffusione di materiale sulla città nelle strutture alberghiere delle principali località turistiche del lago alla formazione degli operatori gardesani sulla destinazione Brescia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.