Yara, legale Bossetti: «E’ innocente e lo proverà»

Così uno degli avvocati del muratore arrestato per l'omicidio della 13enne di Brembate. Sabato 2 agosto la visita dei genitori.

(red.) Giuseppe Bossetti, in carcere da un mese con l’accusa di aver ucciso Yara Gambirasio, continua a professarsi innocente e offrirebbe alla procura di Bergamo elementi a sostegno della sua estraneità.
Lo ha sostenuto uno dei suoi legali, l’avvocato Claudio Salvagni nel corso della trasmissione Iceberg in onda giovedì 31 luglio su Telelombardia.
«Evidenzio – ha detto l’avvocato – che, seppur molti fatti, elementi ed atti di indagine sono stati, purtroppo, resi di pubblico dominio, ve ne sono altri – sconosciuti ai media ed al pubblico – che, corroborati dalle risultanze delle attività difensive poste in essere, mi consentono una oggettiva lettura degli eventi assolutamente distante dalle valutazioni e considerazioni che leggo sui giornali od ascolto in programmi televisivi. Bossetti, seppur molto provato da oltre un mese di isolamento carcerario, non solo ribadisce con forza la sua innocenza, ma continua a fornire (a me ed all’avvocato Gazzetti) ripetuti elementi a suffragio di tale assunto; elementi che – ha concluso il legale – in base alle informazioni oggi disponibili, le recenti penetranti e variegate indagini della Procura non sembrano aver minimamente confutato».
Intanto, sabato 2 agosto, il muratore di Mapello riceverà in carcere a Bergamo la visita dei genitori. Nelle settimane scorse Bossetti aveva chiesto più volte di poter incontrare la madre, Ester Arzuffi, e Giovanni Bossetti, quello che fino al giorno prima dell’arresto credeva fosse suo padre. Ma i risultati del test Dna eseguiti dagli inquirenti che stanno indagando sul caso hanno stabilito che Massimo in realtà è figlio naturale di Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno morto nel 1999, a 61 anni, con il quale Ester Arzuffi avrebbe avuto una relazione.
Una tesi finora sempre smentita dalla donna, che fin dalle prime ore dopo l’arresto ha giurato che Massimo è figlio del suo attuale marito.
Giovanni Bossetti, gravemente malato, fino a pochi giorni fa era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Per questo l’incontro in carcere, salvo complicazioni, si svolgerà soltanto domani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.