Tintoretto, Bulbarelli: “Mix abitatitivo”

Il 23 luglio è il termine ultimo per presentare manifestazioni d'interesse. L'assessore: "Se non ci saranno, penseremo ad un piano B".

(red.) «Sono sicura che, se anche non arrivasse nessuna manifestazione di interesse, entro la scadenza del 23 luglio troveremo un ‘piano B’ per dare nuova vita a questa torre».
Lo ha detto l’assessore regionale alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli, intervenendo al convegno ‘Torre Tintoretto. Riflessioni per una riqualificazione possibile’ organizzato a Brescia all’Urban Center.  Secondo l’assessore Bulbarelli la realizzazione di un vero mix abitativo è l’obiettivo da perseguire per dare nuova vita e nuova dignità alla torre. «I suoi 195 alloggi possono rappresentare una risposta significativa non solo per le famiglie che aspettano un alloggio, cioè quelle che fanno parte della cosiddetta ‘fascia grigia’, ma anche per studenti e lavoratori fuori sede. Dobbiamo infatti anche tener presente che la Tintoretto è situata in luogo che, grazie alla metropolitana, oggi è anche ben collegato con il resto della città».
Per sondare il mercato è stata aperta a giugno una procedura per la raccolta di manifestazioni di interesse, che scadrà, appunto, il 23 luglio. 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.