Quantcast

Maltempo, Sebino all’orlo

Gli acquazzoni degli ultimi giorni hanno innalzato il livello oltre la norma. Celere l'intervento dei tecnici che hanno fatto defluire nell'Oglio.

(red.) Il lago d’Iseo è come una vasca piena in cui il rubinetto continua a versare acqua piano piano. Le piogge degli ultimi giorni hanno ingrossato il Sebino fino all’orlo e oltre.
Alle 12 di mercoledì erano 111,6 i centimetri sopra lo zero idrometrico, sfondando il tetto dei 110 centimetri che la norma di concessione stabilisce come limite massimo di sicurezza. Nel pomeriggio però le manovre del Consorzio dell’Oglio hanno fatto aumentare le quantità d’acqua in deflusso verso l’asta bassa dell’Oglio, portandola a 236 metri cubi al secondo contro i 190 del mattino, e il livello dell’Iseo è sceso rapidamente fino a 106 centimetri.
Ciò però ha fatto ingrossare l’Oglio. Se ne sono accorti in particolare i cittadini di Palazzolo, che hanno osservato con qualche preoccupazione la grande massa d’acqua. Il livello è tuttavia rimasto ben 50centimetri al di sotto della condizione di allerta.
L’emergenza è dunque rientrata, ma con un occhio alle previsioni meteo. Nei prossimi giorni, infatti sono previsti nuovi temporali. Gli ingegneri che lavorano nel Consorzio lo sanno e stanno monitorando costantemente il livello dell’acqua. Del resto gli acquazzoni estivi giocano anche questi scherzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.