Quantcast

Stamina, “Ministero paghi le spese legali”

Lo ha chiesto il dg dell'assessorato alla Salute della Regione Lombardia riguardo i pagamenti agli avvocati che a dovuto sostenere l'Ospedale Civile.

(red.) “Abbiamo chiesto al Ministero della Salute il ristoro delle spese legali” sostenute dagli Spedali Civili di Brescia per la vicenda Stamina: lo ha detto il direttore generale dell’assessorato alla Salute della Regione Lombardia, Walter Bergamaschi, durante l’audizione in commissione Sanità del Consiglio regionale della Lombardia per l’indagine conoscitiva sul caso Stamina.
Questa richiesta è stata fatta ”nella misura in cui – ha spiegato il dg – riteniamo che l’azienda, e dunque la Regione che la finanzia, abbia dovuto sostenere delle ingenti spese legali che in parte almeno sono state determinate dal fatto che esiste una legge (il decreto Balduzzi, ndr) che in qualche modo viene citata come base dai giudici del lavoro” nelle ordinanze che hanno imposto le infusioni con metodo Stamina”. Bergamaschi a margine della seduta ha aggiunto che ”nella nota inviata al Ministro a febbraio scorso, dopo la ricostruzione (della vicenda Stamina, ndr) fatta dalla giunta lombarda, si segnalava la richiesta di vedere riconosciute queste somme investite nelle spese legali”, che ammontano a quasi un milione di euro, secondo quanto ribadito anche oggi alla commissione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.