Lorenzin: “A Brescia si è passato il limite”

Il ministro della Salute parla di Stamina e nega un decreto a breve. "Per adesso c'è il Comitato Scientifico".

(red.)  “Non c’è nessun decreto”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, rispondendo a chi gli chiedeva se sia in preparazione un decreto per fermare le infusioni secondo il metodo Stamina agli Spedali Civili di Brescia. “Non abbiamo ancora scelto – ha detto Lorenzin a margine di un’audizione in commissione Sanità al Senato – quale è la via legislativa migliore. Per adesso c’è il comitato scientifico che sta lavorando”.
“Sto ancora lavorando con il comitato scientifico e poi – ha detto – il parlamento prenderà le sue decisioni”. Tuttavia, ha precisato, “quello che sta accadendo a Brescia va al di là di quella che era la volontà del legislatore, ovvero il proseguimento delle cure per coloro che le avevano cominciate”. C’è stata, ha proseguito il ministro, una interpretazione che va oltre la volontà del legislatore”. Ma la  Lorenzin non nega un intervento legislativo per il prossimo futuro: “Quando questa vicenda si sarà sedimentata, si dovrà intervenire anche sulla legge Turco-Fazio sulle cure compassionevoli”. E aggiunge: “A Brescia si sono travalicati i limiti, quindi è venuto il momento di affrontare la situazione nei modi che riterremo più opportuni”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.