Quantcast

Corioni, “Per i miei 77 anni voglio la cessione”

Lunedì 9 giugno è il compleanno del presidente del Brescia. Ma si festeggia con l'ansia di trovare investitori interessati all'acquisto.

(red.) Il sette è il numero biblico che richiama l’eternità (“7o volte sette”) e che spesso ricorre iperbolicamente nelle età dei profeti. Anche se non è unetà così iperbolica, anche il presidente del Brescia Calcio gino Corioni ha ormai i suoi anni.
Settantasette per l’esattezza. Quello che è da molti anni il profeta calcistico del Brescia e ha dispensato imprese sportive, sogni e qualche delusione spegne lunedì 9 giugno le candeline. Nonostante l’età Gino va  di corsa. Sempre e comunque. Anchese la fatica ormai è indesiderat aospite giornaliera. Basta non pensarci e pesarla troppo.
Un’ultima fatica, per il “pres”, è la cessione della società a cui ormai lavora da tanto tempo. I prossimi giorni saranno in tal senso decisivie inbase alle risposte che Corioni riceverà, si deciderà se andare avanti o meno con Ivo Iaconi. Cosa che certamente sarà se al comando continuerà a restare in solitaria l’uomo di Ospitaletto. Altrimenti, sarà necessario anche il parere di chi entrerà a dare man forte all’attuale proprietà o del manager che verrà investito dell’incarico di seguire la gestione del Brescia per conto di tutti gli attori della partita societaria.
Il più grande regalo di compleanno forse sarebbe proprio il passaggio di proprietà della società di via Bazoli. «Magari. Sarebbe un sogno. Ma non per me: per Brescia e per i bresciani che meritano una grande squadra e un grandeprogetto sportivo. Come vedo l’idea di una società divisa in 4 parti? Anche divisa in 8 o 12… Purché qualcosa accada. Questa piazza deve trovare la sua casa in serie A». Buon compleanno insomma, ma soprattutto buona fortuna alla squadra…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.