Quantcast

Cippo storico rinvenuto in via Brocchi

A scoprirlo, a pochi metri dalla zona destinata alla discarica di amianto, il Co.Di.S.A., durante una biciclettata di gruppo nel Parco delle Cave.

Più informazioni su

(red.) In un campo tra S. Polo e Buffalora, riscoperto dal Co.Di.S.A. un monumento commemorativo, dedicato ad un pilota dell’Aeronautica Militare caduto nel 1954.
Da decenni giaceva in via Brocchi, abbandonato e dimenticato, a poca distanza dalla contestata discarica di amianto. A scoprirlo il Co.Di.S.A. durante una biciclettata di gruppo nel Parco delle Cave, a Brescia. Il monumento, soffocato dalla folta vegetazione, raffigura un’ala spezzata di aeroplano ed è dedicato al Sottotenente Pilota Carlo BISSON (N. 02.11.1929 – M. 01.04.1954), caduto ventiquattrenne.  L’immagine ancora nitida dell’aviatore è accompagnata dalla seguente iscrizione scolpita nel marmo consunto: ”Giovinezza pura protesa negli spazi”, “Titanico dominatore”, “Fu avvolto dall’armonia dei cieli e dei motori”, “Ala spezzata non anima infranta”, “Vive”.
Un pezzo di storia dimenticata e riscoperta legata a questa parte di Brescia.  A tal proposito il Co.Di.S.A. si rivolge ai media locali ed a chiunque altro possa far luce, conosca o  ricordi i fatti, per ricostruire questo tragico evento. Gli unici dati ricavabili dall’Archivio Storico “Incidenti di volo” dell’Aeronautica Militare riferiscono che stava pilotando un velivolo cacciabombardiere Republic F84G Thunderjet, matricola MM51-10972.
Come spiega il Codisa in una nota: «La nostra associazione ambientalista, da anni impegnata nella valorizzazione di questa parte  di Brescia, nel passato immeritatamente trascurata e maltrattata, rivendica la sua ricca storia e la sua valenza naturalistica non ancora pienamente capite, fatte anche di quelle piccole cose che favoriscono i legami comunitari, è la memoria che ci unisce. Appare infine scontato sottolineare l’incompatibilità tra una discarica di amianto ed un monumento commemorativo dedicato ad un aviatore caduto prematuramente». 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.