Quantcast

Europee 2014: a Grillo non riesce la spallata

Il Partito Democratico del premier Matteo Renzi ha superato il 40% delle preferenze a livello nazionale. 5 Stelle distanziati di quasi 20 punti percentuali.

(red.) Il Partito Democratico del Premier Matteo Renzi ha vinto le elezioni europee. Si tratta di un segnale politico importante per l’esecutivo del rottamatore, che di fatto ha incassato alle urne un segnale di fiducia della popolazione. Ora Renzi esce rinforzato dalle urne, mentre gli avversari interni ed esterni al partito sono stati molto ridimensionati. Deluse, poi, le aspettative di Beppe Grillo che, secondo alcuni sondaggi, con il suo Movimento 5 Stelle, avrebbe tallonato i Democratici. Con un esito differente il comico ligure avrebbe chiesto le dimissioni del presidente del consiglio.
Dando un’occhiata ai risultati delle elezioni europee del 2014, quando sono state scrutinate 61.212 su 61.592 a livello nazionale, balzano subito all’occhio un paio di dati differenti rispetto a quanto avvenuto in provincia di Brescia e, più in generale, nella circoscrizione Nord Occidentale. Il vertice resta invariato, con il Pd oltre il 40% e il Movimento 5 Stelle al 21,13%. La diversità riguarda Le Liste Nuovo Centrodestra – Udc e l’Altra Europa con Tsipras, che nel computo generale superano lo sbarramento del 4%.
ECCO I RISULTATI DELLE ELEZIONI EUROPEE DELLE CINQUE CIRCOSCRIZIONI ITALIANE

PARTITO DEMOCRATICO 40,87% (11.100.861 preferenze)

MOVIMENTO 5 STELLE 21,13% (5.740.106)

FORZA ITALIA 16,78% (4.559.355)

LEGA NORD 6,19% (1.683.106)

NUOVO CENTRODESTRA – UDC 4,37% (1.187.521)

L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS 4,03% (1.095.045)

FRATELLI D’ITALIA – ALLEANZA NAZIONALE 3,65% (993.398)

VERDI EUROPEI – GREEN ITALIA 0,89% (243.901)

SCELTA EUROPEA 0,61% (193.986)

ITALIA DEI VALORI 0,65% (177.343)

SVP 0,50% (137.440)

IO CAMBIO – MAIE 0,17% (47.849)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.