Quantcast

Brescia: in 900mila si preparano al voto

Europee e comunali in arrivo. Diverse tessere elettorali non sono ancora state ritirate dai proprietari. Solo un migliaio i migranti con diritto di voto.

Più informazioni su

(red.) Mancano  pochi giorni. Domenica 25 maggio, oltre 900 mila bresciani, in città e in provincia, si recheranno alle urne.
Sulle schede per le europee, i cittadini troveranno 11 simboli. Ben 6 fra questi si presentano per la prima volta. Oltre alle votazioni per il parlamento dell’unione, in 147 comuni bresciani le elezioni interesseranno anche la scelta di un nuovo sindaco.
I candidati alla carica, lo ricordiamo, sono ben 398. Nella maggior parte dei casi – si parla del 40% dei comuni – la scelta si farà tra due liste. Le candidate rosa alla guida delle amministrazioni non sono aumentate di molto rispetto alle scorse elezioni: si parla infatti del 19% del totale.
Ricordiamo, comunque, che nei paesi con una popolazione superiore ai 5mila abitanti, le preferenze dovranno necessariamente essere alternate, e cioè, un nome femminile e uno maschile.
Stesso discorso per le europee. In questo caso, si possono esprimere tre preferenze. Uno dei tre nomi, però, deve obbligatoriamente essere femminile, pena l’eliminazione della terza preferenza espressa.
Le schede saranno azzurre per le elezioni amministrative. Per le europee, invece, il foglio, in tutta la Lombardia, sarà di colore grigio.
Come è noto, per poter votare è necessario presentarsi alle urne con documento di identità valido e la tessera elettorale. Dall’inizio del 2014, fra cambi di residenza, neo maggiorenni e tessere smarrite e duplicate, in Loggia sono state stampate 5mila 930 nuove tessere. Secondo quanto reso noto, però, il 10% delle stesse deve ancora essere ritirato.
Pochi i cittadini di origine straniera residenti sul territorio e con diritto di voto. I dati parlando di un migliaio di elettori. La maggioranza dei migranti che potranno partecipare alle elezioni  viene dalla Romania (678). A seguire, i cittadini di origine polacca (93) e tedesca (48), che si concentrano soprattutto sul lago di Garda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.