Rifiuti, porta a porta o calottine?

L'Amministrazione sta valutando quale dei due sistemi di gestione dell'immondizia adottare. Scopo: aumentare la differenziata e ridurre la dipendenza dall'Inceneritore.

(red.) Bergamo e Brescia sono in Italia realtà spesso accostate, vuoi per il dialetto simile, vuoi per il bacino culturale comune. Ma le rivalità campanilistiche (e calcistiche) spesso dividono le due città e le contrappongono.
Eppure ci sono ambiti in cui il confronto e la comparazione è naturale e capace di apportare benefici. Uno di questi è il sistema di raccolta di rifiuti. A Bergamo infatti è stato da tempo adottato il prta a porta, sistema che in molti pensano di introdurre anche nella nostra città. Allora un confronto e uno sguardo alla realtà del vicino è più che naturale. Il risultato parla da solo: nel 2009 (prima dell’introduzione della raccolta a domicilio) la raccolta differenziata era al 50,9%, nel marzo di quest’anno ha segnato quota 65,7%. Risultati simili a quelli registrati dai comuni bresciani che hanno introdotto la medesima pratica di raccolta.
A Brescia siamo invece sotto il 40 (in Lombardia intorno al 50 e in Italia oltre il 35). Insomma, il porta a porta funziona. Per questo anche l’Amministrazione Del Bono sta valutando la sua introduzione in alternativa a quella delle calottine, ovvero i cassonetti con le bocche a calotta.
La Loggia, in ogni caso, ha sempre parlato di scelta da fare in modo ponderato, oggettivo, senza fare il tifo per un modello o per l’altro. Anche perché l’obiettivo nn cambia: portare la raccolta differenziata dal 40 al 60% (minimo) e soprattutto ridurre la dipendenza della città dall’inceneritore dell’A2A. Un obiettivo che la Loggia pretende di raggiungere da qui al 2018.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.