Lograto, l’incubo rischio sismico si allontana?

La società Exploenergy ha dichiarato l’intenzione di rinunciare all’eventualità di effettuare rilievi sismici nel territorio bresciano.

(red.) Il Comune di Rovato (Brescia) vuole tutelare il suo territorio e coloro che vi abitano. E’ quanto emerso durante la prima riunione della “Conferenza di servizi relativa alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale –V.I.A. regionale- per l’istanza di permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi denominata “Lograto” che interessa 36 comuni su tre province.
L’assessore Francesca Mombelli, da sempre
particolarmente attenta alle questioni ambientali, ha partecipato all’incontro.
Durante la seduta si è fatta portavoce delle perplessità riguardanti l’intero progetto, chiedendo chiarimenti circa l’esistenza di studi scientifici autorevoli ed attuali sui possibili rischi di innesco dei fenomeni sismici in seguito al tipo di ricerche che la Exploenergy vorrebbe mettere in atto. Ha inoltre fatto notare che la cartografia depositata risulta troppo datata e quindi non coerente con l’assetto attuale dei territori.
«Un grande risultato è stato raggiunto a fine della seduta- ha detto Francesca Mombelli- perchè la società Exploenergy ha dichiarato l’intenzione di rinunciare all’eventualità di effettuare rilievi sismici. Per la metà di maggio è fissata una seconda riunione».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.