Quantcast

Cisl: “Cresce l’allarme cassa integrazione”

Secondo i dati elaborati dal sindacato le ore di cassa integrazione del primo trimestre 2014 a Brescia sono cresciute ancora di più del 20%.

(red.) Cresce ancora nel nostro territorio il ricorso alla cassa integrazione straordinaria, segno evidente di una crisi che continua ad aggredire il sistema produttivo bresciano.
E’ quanto emerge dai dati elaborati dalla Cisl sulle ore di cassa integrazione autorizzate a Brescia nel primo trimestre del 2014, messe a confronto con quelle dell’ultimo trimestre del 2013. Si è passati da 6.178.288 a 8.455.2013 ore autorizzate, con un incremento in termini percentuali del 36.9%. Diminuisce invece la cassa integrazione ordinaria (-18,8%) che passa da 4.344.396 a 3.528.778 ore). Per gli esperti si tratta della conferma di una polarizzazione della congiuntura tra aziende in ripresa e aziende invece imprigionate duramente nelle difficoltà occupazionali.
A complicare il quadro del nostro territorio c’è poi il dato della cassa integrazione in deroga passata da 1.166.125 a 2.369.281 ore (si tratta di autorizzazioni riferite perlopiù a periodi del 2013 che hanno approfittato delle ultime assegnazioni di risorse). Il sindacato bresciano sottolinea il problema del rifinanziamento per l’anno in corso con il rischio che le richieste dei prossimi mesi rimangano senza risposte creando grossi problemi di coesione sociale. Considerate complessivamente le tre modalità di intervento degli ammortizzatori sociali – cassa ordinaria, straordinaria e in deroga – hanno registrato tra gennaio e marzo un aumento del 22,8% rispetto all’ultimo trimestre del 2013.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.