Stamina, Civile: «Spese legali per 1 mln»

Belleri: «Per affrontare le azioni legali dei pazienti che chiedevano la prosecuzione o l'ammissione al trattamento, il Civile ha speso 929mila euro».

(red.) Per affrontare le numerose azioni legali avviate dai pazienti che chiedevano la prosecuzione o l’ammissione al trattamento con metodo Stamina, gli Spedali Civili di Brescia hanno sostenuto spese per 929mila euro.
Lo ha riferito il Commissario straordinario degli Spedali Civili di Brescia, Ezio Belleri, in audizione presso la commissione Igiene e Sanità del Senato nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla vicenda Stamina. Oltre a questa cifra, la più elevata, il Commissario ha spiegato che dall’inizio della somministrazione del trattamento, la struttura ha speso 57mila euro per l’acquisto di materiali di laboratorio, 249mila euro per il personale, 201mila euro per l’attività di infusioni e 44mila per quella di carotaggio. «Infine, abbiamo sostenuto altri costi che – ha concluso Belleri – non siamo ancora in grado di quantificare».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.