Quantcast

Pisapia: “Un accelerated bookbuild per la cessione”

Il sindaco di Milano, consigliato dall'advisor, ha suggerito l'ipotesi al sindaco di Brescia. Il timore è quello che la gara di cessione vada deserta.

(red.) La vendita delle azioni di A2A ha subito una svolta. Il Comune di Milano pensa di affidarsi a un ‘accelerated bookbuild’ per la cessione delle azioni di A2A. Lo ha riferito ai capigruppo del Consiglio comunale il sindaco Giuliano Pisapia.
La procedura, che dovrà essere concordata con il Comune di Brescia (che ancora non è stato sentito al riguardo), è stata consigliata da Mittel, l’advisor scelto dai due Comuni per la vendita congiunta del 5% della multiutility. Per la procedura si è pensato alla formulazione di una bando pubblico. In ogni caso la scelta dovrà essere concordata con il sindaco di Brescia Emilo Del Bono prima di diventare esecutiva.
La scelta dell’eventuale collocatore sarebbe definita attraverso un bando.  Secondo l’advisor l’accelerated bookbuild sarebbe necessario per sveltire le pratiche di cessione e con i migliori risultati economici. La risposta del sidaco di Brescia è attesa al più presto anche perché l’operazione si dovrà concludere entro il 19 maggio, termine per la presentazione delle liste per l’assemblea di A2A, che sono state calendarizzate per giugno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.