Iseo, il clima tiepido ha confuso i rospi

A causa del clima primaverile gli anfibi del lago hanno iniziato la migrazione. Ma il traffico rischia di sterminarli. Al lavoro i volontari.

Più informazioni su

(red.) Le temperature non sono certo invernali e così i rospi bufo bufo hanno creduto fosse già tempo di primavera. La celebre specie anfibia del lago d’Iseo ha così cominciato la migrazione che dal Monte Alto prosegue fino alle zone lacustri. E lo ha fatto secondo gli esperti con un mese di anticipo, spiazzando i volontari che ogni anno cercano di proteggerli dal traffico. Cellermente però hanno cercato di rimediare alla migrazione anticipata.
Nella sola serata di mercoledì sono stati salvati 76 esemplari, una sola femmina. D’ora in poi quindi tutte le sere, a meno che le notti nontornino ad essere rigide, i volontari si apposteranno nel tratto prescelto dai rospi, dalle 20 circa alle 23. Quest’anno inoltre ci saranno anche delle apposite barriere che aiuteranno, canalizzandoli, l’attraversamento dei bufo bufo, cosìdamigliorare la situazione numerica oltre ai cartelli disegnalazione dell’operazione in corso e quindi l’invito alle autovetture a rallentare. Per questo motivo è stata avvisata anche la polizia locale di Iseo che effettuerà dei sopralluoghi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.