Rovato, «Siamo sommersi dalla sporcizia»

In molte zone del pese ci sono piccole discariche a cielo aperto. Ma il degrado è visibile ovunque e gli stradini sono costretti a fare gli straordinari.

Più informazioni su

(red.) Rovato, il paese dell’immondizia. Nonostante il successo della raccolta differenziata, portata avanti da Cogeme, che ha raggiunto il 70% del totale, nella capitale bresciana della Franciacorta è ancora alta la presenza di rifiuti sparsi per le strade del paese. Tanto che gli stradini del Comune sono quotidianamente chiamati agli straordinari per tentare di rimediare al triste degrado. «I nostri operai – spiega l’assessore all’Ecologia, Francesca Mombelli – hanno raccolto di tutto: pneumatici di grosse dimensioni abbandonati in campagna, reti dei letti, materassi e pezzi di mobili in centro alla cittadina, in particolare nei pressi di alcuni condomini abitati da decine di famiglie».
L’apice dell’emergenza si è registata venerdì 18 gennaio, quando  gli operai comunali, vista la pioggia incessante, sono dovuti intervenire di tutta fretta al laghetto del quartiere di San Donato per togliere palloni, bottiglie, stracci, piante (con tanto di vasi) e altro materiale che ostruiva la griglia di scolo. Le zone colpite dal degrado sono molte: dall’area in prossimità della scuola primaria, al centro storico, passando per la stazione. Ma in zona Mont’Orfano la situazione, oltre al degrado presenta anche un allarme per la salute: con cadenzaquasi settimanale qui vengono rinvenuti modulati e scarti edili che spesso presentano tracce di amianto.Unaveraepropria discarica a cielo aperto è stata infine rinvenuta al cantere del cavalcavia «Franciacorta ».Tra la scarpata e le fondamenta dell’opera c’erano scarpe, ciabatte, bottiglie e gli immancabili sacchetti, lanciati con ogni probabilità da auto in corsa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.