Quantcast

Desenzano, arrivano i “vigili ecologici”

Sette operatori avranno anche l’incarico di vigilare sul corretto smaltimento dei rifiuti. Potranno, quindi, multare i cittadini responsabili di infrazioni.

(red.) Il decoro e la pulizia delle località bresciane dovrebbero stare a cuore a tutti i cittadini. A maggior ragione, poi, se la zona in questione è di particolare interesse turistico.
Gli abitanti di Desenzano, stanchi della situazione-rifiuti nel loro Comune di residenza, hanno contattato l’Amministrazione del paese bresciano, perché risolvesse la questione.
Così, a sette operatori di Garda Uno spa ,che già si occupano della raccolta dei rifiuti, è stato affidato anche l’incarico di “controllori”.
Gli “ispettori ambientali” dovranno vigilare sul corretto smaltimento degli scarti, individuare i responsabili delle infrazioni – anche, se necessario, rovistando nell’immondizia – e procedere con le contravvenzioni. Una figura del tutto nuova, questa, simile, per le mansioni – nonostante l’ambito sia differente – a quella degli ausiliari del traffico.
L’iniziativa, ideata dall’assessore all’Ecologia Maurizio Maffi, verrà attuata grazie ad una convenzione con Garda Uno.
Nei prossimi mesi, poi, la cittadina rivierasca bresciana passerà dall’utilizzo dei cassonetti al sistema di raccolta porta a porta. Per facilitare il nuovo impegno di Amministrazione e cittadinanza, il passaggio verrà realizzato in tempi più brevi rispetto al previsto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.