Castegnato, A4 al cromo esavalente

Durante alcuni interventi per la Tav, la sostanza tossica è stata trovata dal personale di Arpa Brescia sotto la terza corsia dell’autostrada.

(red.) In seguito ad alcune indagini di Arpa Brescia, sono stati scoperti sedimenti di cromo esavalente nel territorio sottostante all’autostrada A4.
La terza corsia della carreggiata, in territorio di Castegnato, infatti, sarebbe stata costruita sopra un accumulo di scorie industriali altamente tossiche.
«Abbiamo fatto questo intervento sull’attraversamento della Tav, trovando cromo nei terreni analizzati» ha dichiarato alla stampa la direttrice dell’Arpa di Brescia Maria Luisa Pastore,  «le concentrazioni di cromo sono 1400 volte oltre i limiti di legge».
Secondo quanto evidenziato dal sindaco di Castegnato Giuseppe Orizio, la sostanza tossica, fortunatamente, non avrebbe raggiunto le falde acquifere del paese. «L’acqua che bevono gli abitanti di Castegnato è sicura – ha assicurato il primo cittadino di Castegnato – Non ci sono tracce di cromo, nonostante il nostro territorio per anni sia stato abusato di discariche illegittime».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.