A2A e Centrale, giovedì si votano le alienazioni

Il Consiglio Comunale sarà chiamato ad esprimersi sulle delibere per la vendita di alcune quote da parte della Loggia.

(red.) Settimana “calda” per Brescia, in attesa del Consiglio comunale di giovedì 19 dicembre, che dovrà votare sulla cessione di quote di A2A, a Brescia come a Milano, e di Centrale del latte.
Sul tavolo, in particolare, la vendita del 2,5% della multiutility e del 44% di Centrale del Latte, per salvaguardare i servizi sociali. Nel complesso, infatti, il piano delle alienazioni mobiliari dovrebbe portare nelle casse della Loggia 70 milioni di euro, da usare per abbattere il debito e risparmiare 7 milioni di euro di interessi annui, che così invece resterebbero in cassa a beneficio dei servizi sociali.
Contrario alla vendita delle azioni di Centrale del Latte l’ex numero uno della Loggia, Adriano Paroli, che in commissione bilancio ha sottolineato come non abbia senso mettere sul mercato realtà che producono utili, come la Centrale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.