Quantcast

Rinnovo in vista per Caracciolo?

In un'intervista al "Bresciaoggi" Gino Corioni confida le sue intenzioni sul giocatore. Ma, come al solito, senza scoprirsi troppo.

(red.) Non vorrebbe proprio che il suo Airone se ne volasse via, Gino Corioni, ma si sa le vie del calcio sono infinite…
Il presidente del Brescia, mentre si gode i tre punti ottenuti al Rigamonti  contro alla Reggina, si concede un pensiero sul futuro della società e sulla rosa. In un’intervista al Bresciaoggi, Corioni parla anche del suo gioiello più prezioso, Andra Caracciolo, un diamante che “il pres” vorrebbe tenere in cassaforte. «Fin dall’estate scorsa, dal ritiro di Temù – dice Corioni – ho detto ad Andrea che volevo parlare con lui».
Eppure, tra il dire e il fare ci sarebbe di mezzo un mare: di soldi. Infatti, per il rinnovo della stipula, il presidente del Brescia si era già seduto al tavolo con l’agente del giocatore, D’Amico, ma qualcosa deve essere andato storto: «Non mi va di parlarne», taglia corto Corioni. Che siano i soldi ad aver diviso i due non è difficile immaginarlo, tuttavia il Pres non chiude le porte al fuoriclasse 32enne, che, in caso di firma, potrebbe anche chiudere definitivamente la carrieraal Cidneo. «Se Caracciolo vuole, con lui parlo anche subito», dice Corioni.
Meglio non pensarci allora e godersi i tanto attesi tre punti, e rimandare le ipotesi di mercato al loro momento opportuno. Del resto fintanto che Caracciolo segna (vedi l’ultimo rigore con la Reggina), meglio tenerselo stretto, e non pensare ai soldi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.