Quantcast

Guerrilla Gardening, attacco floreale al Pcb

Piantumati dieci bulbi e una richiesta a ministero e comune di Brescia: "Avanti con le bonifiche" e "Bosco sibito". Dimostrazione dalle parti di via Rose.

(red.) Il pomeriggio di domenica primo dicembre il gruppo Guerrilla Gardening Brescia, debitamente attrezzato di guanti, mascherine e tute da lavoro, ha piantumato 10 alberi in un’area contaminata da Pcb sita a lato del nuovo svincolo della tangenziale a nord di via Rose.
L’intento è quello di esortare il Ministero e il comune di Brescia a dare avvio immediato agli interventi di risanamento dell’area*. Si punta inoltre a sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza sui problemi legati alla contaminazione del suolo bresciano nell’area a sud della Caffaro.
“Partiamo Con Bonifiche” e “Bosco subito”, i cartelli lasciati dal gruppo, chesottolineano, spiega una nota, “l’urgenza di un intervento tanto semplice quanto necessario come la creazione di un bosco planiziale, uno dei progetti già previsti dall’Accordo di Programma per la riqualificazione di quella zona della città ora interdetta all’agricoltura e al pascolo, di cui si sollecita la rapida attuazione.*

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.