Omicidio Bedizzole, la pista della coca

Al setaccio il passato di Tiziano Stabile. Recentemente l’uomo era stato coinvolto in vicende riguardanti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

(red.) Non stanno lasciando niente al caso il sostituto procuratore Claudio Pinto e I carabinieri del nucleo investigativo di Brescia. Ora, ogni dettaglio viene preso in considerazione per capire cosa sia successo nella notte di martedì 19 novembre a Bedizzole.
Certo, scoprire chi abbia premuto il grilletto della pistola che ha ucciso Tiziano Stabile, 54enne originario di Rivarolo Mantovano, non sarà facile. Dopo aver constatato che le immagini del circuito di sorveglianza degli edifici vicini al parcheggio di via Caselle sono di poco aiuto, i carabinieri, nella giornata di mercoledì 20 novembre, hanno passato al setaccio tutte le strade della zona industriale del paese bresciano, alla ricerca di altre telecamere che potessero aver ripreso qualcosa.
Nel frattempo, gli inquirenti stanno cercando di ricostruire il passato di Stabile. La cena con gli amici e la compagna ad Asola, la notte del delitto, dalla quale il 54enne si è allontanato dicendo che aveva un appuntamento. Il sequestro di Franco Mezzadri, nel 1981, che costò a Stabile diversi mesi di carcere. E poi, più recenti, i rapporti della vittima con il mondo dello spaccio.
Il mantovano, infatti, era finito nella rete della giustizia per traffico di sostanze stupefacenti. Stabile, pare, era noto alle forze dell’ordine come uno spacciatore capace di muovere grossi quantitativi di cocaina (fino a  qualche chilo di sostanza), in rapporti anche con malavitosi sudamericani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.