Stati Generali: «Pochi aiuti per la Caffaro»

Nell'incontro convocato dall'assessore regionale Terzi si è parlato di Caffaro. Presenti anche Viviana Beccalossi e Simona Bordonali.

(red.) «Gli aiuti ricevuti da Taranto non sono neanche lontanamente paragonabili ai pochi spiccioli presi da Brescia per la Caffaro». A sostenerlo l’assessore regionale Anna Maria Terzi agli stati generali dell’Ambiente che si sono tenuti mercoledì 20 novembre al Pirellino.
Il sito inquinato dal Pcb non poteva non occupare un posto rilevante nella classifica delle criticità ambientali analizzata durante gli stati generali voluti dall’assessore regionale. «Il tema bonifiche è giustamente molto sentito – detto la Terzi – vista la gravità della situazione del Sito di interesse nazionale Brescia Caffaro. Ho incontrato più volte il ministro dell’Ambiente Orlando, per sollecitare l’intervento del Governo, vista la disparità di trattamento fra Brescia e Taranto. Una disparità che è intollerabile. I 6,7 milioni stanziati finora sono solo una piccolissima frazione di quel che servirebbe per risolvere il problema».
Sulla questione Caffaro è intervenuta anche Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio: «Da bresciana ritengo che sul caso Caffaro non sia il momento delle polemiche, ma della collaborazione, anche per accedere anche ai fondi europei; penso ai 31 miliardi che l’Italia lascia in Europa per l’incapacità di presentare un programma condiviso. Grazie al metodo di lavoro che questa mattina abbiamo inaugurato mi auguro che Brescia possa essere una di quelle province pilota, in grado di presentare in Europa progetti condivisi, che diano accesso ai finanziamenti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.