Quantcast

Noia e sbadigli per Padova-Brescia

Un pareggio a reti inviolate (0-0) per la trasferta veneta delle rondinelle. Ora il Brescia galleggia a quota 15 punti dopo 14 giornate. Un record negativo.

(red.) Sulla carta, a settembre, sarebbe dovuto essere il big match della serie B. Invece è stata una noiosissima partita, tra due squadre di medio-bassa classifica.
Padova-Brescia non ha regalato nessuna emozione né ai tifosi di casa, né agli irriducibili (e pochi) ultras delle rondinelle, che a un sabato sera in birreria con gli amici hanno preferito la trasferta veneta. A fine partita il tabellone segnava lo stesso punteggio di inizio partita: 0-0.
E dire che l’incontro era iniziato nel migliore dei modi, con un tiro di Sodinha al primo minuto che faceva tremare lo stadio. Poi il nulla assoluto per 89, lunghissimi, minuti. Nemmeno l’espulsione di un giocatore padovano a 17 minuti dalla fine ha permesso alla squadra di Bergodi di portare a casa un bottino che sarebbe stato, a questo punto, preziosissimo.
Un risultato che, in ogni caso, non soddisfa nessuna delle due formazioni, con il Brescia fermo a quota 15 punti, dopo 14 gare. A discolpa di Bergodi c’è solo la carta assenze e infortuni, che ha visto le rondinelle schierare una sfilza di seconde scelte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.