Quantcast

Gufo reale ferito dai bracconieri

E' una specie protettissima, in Italia ci sono al massimo 300 esemplari. La polizia provinciale lo ha recuperato. Aveva un'ala spezzata.

(red.) Lunedì sera, 11 novembre, intorno alle 17,30, la Polizia Provinciale di Brescia ha conferito presso il Centro Recupero Animali Selvatici gestito dall’Associazione Uomo e Territorio Pro Natura – in collaborazione con il Parco dell’Adamello, un Gufo reale ferito rinvenuto nel pomeriggio in località Pianazzo, nel comune di Esine.
Il rapace, una specie particolarmente protetta della quale si stima una popolazione italiana nidificante di sole 200/300 coppie, presentava ferite in particolare alla “mano” dell’ala sinistra.
Dopo i primi esami radiologici, si è evidenziata la presenza di pallini da caccia all’interno del corpo
dell’animale, riconducendo dunque ad una fucilata la causa del ferimento. Attualmente l’animale è in cura presso il Centro Recupero Animali Selvatici del Parco dell’Adamello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.