Discarica amianto, “procedura trasparente”

Parlando della ProFacta di Brescia l'assessore regionale Claudia Terzi rassicura la città: "Istanze del territorio tenute in debita considerazione dai tecnici".

(red.) «La procedura per la discarica ProFacta sarà trasparente e con il maggior grado possibile di partecipazione del territorio».
A precisare la natura della Conferenza di Servizi Istruttoria in merito alla discarica di amianto di via Brocchi, a Brescia, è l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Claudia Maria Terzi, che ha inviato al comune una lettera in risposta alle legittime preoccupazioni espresse dal sindaco Emilio Del Bono e dall’assessore all’Ambiente Luigi Fondra: «Un atto dovuto, soprattutto alla luce dello spirito di collaborazione instaurato col comune a partire dalla vicenda Caffaro», commenta l’assessore.
«Durante la conferenza, solo istruttoria, – prosegue – saranno valutati gli argomenti e le proposte tecniche finalizzate all’approfondimento del procedimento in autotutela avviato da Regione Lombardia. Non è ipotizzabile che in quella sede vengano assunte determinazioni e conseguenti provvedimenti in merito al rinnovo AIA. Continuerò, come ho fatto sin dal mio insediamento, con il metodo di ascoltare le istanze del territorio affinché vengano tenute in debita considerazione dai tecnici competenti».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.