Pcb,1 milione per la messa in sicurezza

Li ha stanziati il Pirellone per la messa in sicurezza di alcune aree pubbliche del Sito di interessa nazionale, da spendere entro fine anno.

Più informazioni su

(red.) Dal Pirellone, un milione di euro a Brescia per il sito Caffaro.
I fondi serviranno in parte, 550 mila euro, per dare il via allo studio di Arpa per aggiornare i dati della contaminazione nel Sin e nei comuni limitrofi. Il resto servirà per la messa in sicurezza delle aree pubbliche. Inoltre, saranno verificate
puntualmente, in base ad una tabella di marcia, le attività di Sogesid.
Lo hanno messo nero su bianco gli assessori regionali Claudia Maria Terzi, Mario Mantovani, Valentina Aprea e Mario Melazzini, al termine di una riunione di giunta al Pirellone che ha avuto Brescia e il caso Caffaro tra i punti all’ordine del giorno.
Il milione di euro sarà subito disponibile e dovrà essere impiegato dal Comune di Brescia entro dicembre per la messa in sicurezza di aree pubbliche (non, quindi, progetti di bonifica).
Nel documento della giunta si parla anche dell’eventualità che la società Caffaro Brescia Spa traslochi, lasciando la patata bollente dell’emungimento. Regione Lombardia sottolinea che in tal caso toccherà agli pubblici occuparsene.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.