Quantcast

Grigoletto confessa l’omicidio di Marilia

Lo ha riferito il Pm Cassiani al termine di un lungo colloquio a Canton Mombello. Da rivedere, però, la ricostruzione dei fatti, che non convince gli inquirenti.


(red.) «Claudio Grigoletto ha ammesso di aver ucciso Marilia».
Il Pm Ambrogio Cassiani, titolare dell’inchiesta sull’omicidio della giovane brasiliana a Gambara, nella provincia di Brescia, ha però aggiunto che la ricostruzione fatta dal datore di lavoro della giovane non soddisfa gli inquirenti.
L’uomo infatti avrebbe raccontato di aver avuto una colluttazione con Marilia Rodrigues e che questa ha battuto la testa a terra cadendo. E i segni sul collo della povera donna? Grigoletto li ha spiegati con ìl fatto che la brasiliana aveva avuto delle convulsioni e lui intendeva frenarle.
Per quanto riguarda poi i flaconi di acido e candeggina trovati sulla scena del delitto, il pilota 32enne avrebbe detto che erano stati acquistati non per pulire, ma per essere utilizzati come tentativo di suicidio su di sè. Una versione che non ha convinto gli inquirenti che gli contestano invece la premeditazione.
Cassiani ha avuto un lungo colloquio con Grigoletto nel carcere di Canton Mombello, a Brescia, dove l’uomo è in custodia cautelare. Ma ci dovrà tornare per chiarire i molti passaggi ancora oscuri.
I legali dell’accusato,  Elena Raimondi e Renati Milini, hanno spiegato che, poiché Grigoletto ha reso dichiarazioni diverse da quelle date fino ad ora, stanno decidendo il da farsi. Intanto, però, hanno anche  annunciato di avere depositato il ricorso al tribunale del Riesame.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.