Quantcast

Tracce di pelle sotto le unghie di Marilia

La ragazza avrebbe, dunque, lottato con il suo assassino. Si attendono le analisi sul materiale sequestrato dai Ris a Claudio Grigoletto.

(red.) Marilia ha lottato contro il suo assassino.
Tracce di pelle sarebbero state trovate sotto le unghie della giovane brasiliana, uccisa a Gambara nel suo ufficio. Un omicidio per il quale è indagato il datore di lavoro, Claudio Grigoletto, con cui la giovane avrebbe avuto una relazione e da cui aspettava un figlio, come confermato dall’esame del Dna.  Se dalle analisi risultasse che la pelle è di Grigoletto, la sua posizione si aggraverebbe.
Intanto la difesa sta preparando il ricorso al riesame, dopo che, nella mattina di domenica 8 settembre, hanno proceduto ad un controesame sul corpo di Marilia, mentre i Ris hanno iniziato gli accertamenti sul materiale sequestrato a Grigoletto.
Intanto, è stata allestita la camera ardente per Marilia alla casa del commiato, a Sant’Eufemia. Il volo per il Brasile è previsto per giovedì 12 settembre.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.