Lamarmora, i residenti puliscono il parco

Sotto gli occhi ammirati degli assessori Fondra e Fenaroli, gli abitanti attorno al Paro Nicoletto hanno imbracciato le scope raccogliendo la sporcizia.

(red.) Se vuoi che una cosa sia fatta bene allora fattela da solo. Gli abitanti della zona di via Lamarmora, memori del detto popolare, hanno deciso di rimediare da sé al degrado del Parco Nicoletto, antistante alle loro dimore, così, scopa alla mano, si sono suddivisi le aiuole e i vialetti e hanno cominciato a ramazzare il suolo.
Invece di limitarsi a sterili lamentele, una quindicina di persone, principalmente genitori affiancati dai loro figli, hanno affrontato la canicola pomeridiana, si sono rimboccati le maniche e hanno ripulito tutto. Un’ iniziativa che ha richiamato sul posto persino gli assessori di Brescia Gigi Fondra e Marco Fenaroli. Sul posto c’era in effetti di tutto: cartacce, assorbenti, bottiglie di birra, perfino una siringa (come nei lugubri anni ’80), tutta sporcizia lasciata dagli irrispettosi  frequentatori diurni del Parco. Non è la prima volta che i residenti della zona del parco Nicoletto intervengono in prima persona per fare qualcosa.
Già due settimane fa un altro gruppo di signore, che abitualmente si ritrova nell’area verde per far due chiacchiere e qualche partita a carte, aveva prima ripulito il prato dai cocci di bottiglie rotte. Almeno questa volta, anche senza l’aiuto del Comune, la convivenza civile ha avuto la meglio sulla maleducazione. Speriamo che serva da esempio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.