Quantcast

“Pronto a trovare soluzioni con sindacati”

Lo ha fatto sapere l'assessore al personale Paolo Panteghini dopo le perplessità espresse dalle parti sociali sulla riorganizzazione del Comune.

(red.)  L’assessore al Personale Paolo Panteghini è pronto a sedersi intorno a un tavolo per trovare soluzioni condivise anche con le rappresentanze sindacali.
Lo ha fatto sapere lo stesso assessore in una nota, in risposta alle perplessità dei sindacati sulla riorganizzazione degli uffici comunali. «Nel difficile momento in cui ai dipendenti viene chiesto uno sforzo che renda possibile questo fondamentale cambio di passo, ricordiamo che, a dispetto del passato e in coerenza con i propositi di trasparenza e correttezza nei rapporti istituzionali, si è ritenuto di informare le rappresentanze sindacali della prospettiva di riorganizzazione in atto, delle tempistiche e modalità di individuazione delle posizioni di vertice e delle ricadute organizzative correlate», ha spiegato l’assessore.
Nella riunione è stata posta la questione delle ricadute sul fondo accessorio per evidenziare una questione vera (il rientro nei ranghi dei funzionari di alcuni dirigenti a tempo determinato) e ricercare soluzioni compatibili e legittime che non determinino implicazioni sui dipendenti con retribuzione contrattuale più bassa. Non sono state formalizzate alcune proposte. Sono note le rigidità in tema di finanziamento delle risorse decentrate e faticosa è la ricerca di soluzioni che possano accordare le aspettative di “tenuta” economica delle diverse categorie di lavoratori, tutte dignitose e meritevoli di attenzione. Il tema non è chiuso e martedì 16 luglio ci sarà un nuovo confronto tra l’assessore e i sindacati.
«Pur nelle difficili condizioni di bilancio – ha concluso Panteghini – è piena la consapevolezza dell’Amministrazione delle condizioni retributive dei lavoratori e determinato lo sforzo per evitarne ulteriori peggioramenti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.