Montichiari: no del Pirellone alla discarica

L’assessore Claudia Terzi ha confermato che la Regione attenderà lo studio sull’area vasta. Per ora, nessun nuovo impianto di smaltimento verrà costruito.

(red.) Il sindaco Elena Zanola e l’assessore all’Ambiente di Montichiari (Brescia) hanno recentemente incontrato allo Ster di Bergamo il nuovo assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi e l’ingegner Giuseppe Magro.
La richiesta di ampliamento di Ate 43, cioè Padana Green, è stata rigettata fino a tempo da definirsi, ovvero, fino a quando l’ingegner Magro e il suo staff non termineranno lo studio sull’area vasta della cittadina bresciana commissionato dal Comune di Montichiari e da Sos Terra.
L’analisi del territorio si è resa necessaria per dimostrare che nel monteclarense, ha commentato Zanola, non è possibile tollerare la costruzione di una nuova discarica. Soddisfatto dell’incontro con Claudia Terzi anche Gigi Rosa, presidente di Sos Terra. In attesa del sopracitato documento sull’area vasta, comunque, Comune e Sos Terra si augurano di essere vicini a mettere la parola fine alla “paura della discarica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.