Quantcast

Del Bono sindaco, i commenti a caldo

QuiBrescia.it ha raccolto le testimonianze di Margaroli, Piovanelli, Capra, De Martin, Tolotti, Margaroli Jr, Bisinella, Fenaroli, Isacchini, Corsini, Morgano.

(red.) Manca solo l’ufficialità, ma ormai è chiaro che il sindaco di Brescia sarà Emilio Del Bono, candidato del centrosinistra che ha saputo strappare la Loggia al primo cittadino uscente, Adriano Paroli, centrodestra. Ecco i commenti dei protagonisti di queste amministrative.
Maurizio Margaroli, Pdl, assessore uscente al Commercio. “Ormai il dato è chiaro, il sindaco è Emilio Del Bono. Purtroppo abbiamo pagato lo scotto di chi governa in un momento difficile. Alcune azioni di governo, oltretutto, non sono state ben comunicate, mentre, al contrario, il centrosinistra è stato bravo a sottolineare i momenti critici. Onore al merito. Auguro al primo cittadino di governare bene la città, dal nostro punto di vista faremo un’opposizione cstruttiva”.
Angelo Piovanelli, consigliere comunale uscente del Pdl-gruppo Misto. “Un risultato immeritato, che ci penalizza gravemente, dato che l’amministrazione ha saputo reggere in cinque anni difficilissimi. Potevamo fare meglio, ma si può sempre fare meglio. Abbiamo governato in maniera positiva, questo dicono i numeri”.
Fabio Capra, consigliere comunale uscente del Pd. “E’ un bellissimo risultato per il centrosinistra. Merito va al candidato Emilio Del Bono, del Pd, che ha sempre fatto un’opposizione seria, costruendo un’alternativa di governo insieme con il suo gruppo, che lo ha sempre sostenuto”.
Giorgio De Martin, segretario cittadino del Pd. “Grandissimo risultato, che ci stupisce quasi. Merito dell’ottimo lavoro del nostro capogruppo in Loggia, Emilio Del Bono, merito dei nostri consiglieri comunali, che hanno lavorato seriamente per cinque anni, e merito del partito, che ha sempre lavorato unito senza spaccarsi, come è avvenuto da altre parti”.
Franco Tolotti, ex-deputato del Pd ed ex-segretario provinciale Ds: “Una bella notizia per il centrosinistra e per il Pd, che ha saputo dare una risposta concreta e chiara al bisogno di una politica virtuosa e corretta. I miei complimenti a Emilio Del Bono e a tutto il partito”.
Pietro Bisinella, segretario provinciale del Pd. “Un grande risultato. Quando il Pd è unito vince, questo è un bel dato di fatto. Il merito del candidato va diviso con il collettivo, che ha saputo lavorare e che è stato compreso dalla città. I cittadini hanno capito la differenza e ci hanno votato”.
sottolineare i momenti critici. Onore al merito. Auguro al primo cittadino di governare bene la città, dal nostro punto di vista faremo un’opposizione cstruttiva”.
Fabio Capra, consigliere comunale uscente del Pd. “E’ un bellissimo risultato per il centrosinistra. Merito va al candidato Emilio Del Bono, del Pd, che ha sempre fatto un’opposizione seria, costruendo un’alternativa di governo insieme con il suo gruppo, che lo ha sempre sostenuto”.
Giorgio De Martin, segretario cittadino del Pd. “Grandissimo risultato, che ci stupisce quasi. Merito dell’ottimo lavoro del nostro capogruppo in Loggia, Emilio Del Bono, merito dei nostri consiglieri comunali, che hanno lavorato seriamente per cinque anni, e merito del partito, che ha sempre lavorato unito senza spaccarsi, come è avvenuto da altre parti”.
Franco Tolotti, ex-deputato del Pd ed ex-segretario provinciale Ds: “Una bella notizia per il centrosinistra e per il Pd, che ha saputo dare una risposta concreta e chiara al bisogno di una politica virtuosa e corretta. I miei complimenti a Emilio Del Bono e a tutto il partito”.
Mattia Margaroli, Pdl, presidente uscente circoscrizione Ovest. “Ora si deve ripartire. In questi cinque anni dovremo ricostruire il centrodestra in città e continueremo a lavorare per le cose concrete. Auguro a Del Bono di lavorare bene, dato che tengo molto alla mia città”.
Ettore Isacchini, ex-coordinatore cittadino del Pdl. “A Brescia si conferma il dato nazionale. E’ un periodo molto confuso con una forte alternanza, chi governa perde, chi sta all’opposizione vince. Purtroppo la crisi e la mancanza di risorse ha influito molto. Ci tengo a sottolineare che a Brescia la fusione di Asm con Aem, e la metropolitana, sono state le due scelte che più hanno penalizzato la città e non sono state fatte dal centrodestra. Comunque auguro a Del Bono di saper trovare le risposte giuste alle esigenze della nostra comunità”.
Marco Fenaroli, Lista Fenaroli. “Si tratta di un cambiamento importante. E’ un chiaro segnale: la destra non ha capito la crisi e non ha saputo dare risposte alla città. Ora già da domani lavoreremo per dare le risposte che abbiamo dato alla città. Sul mio possibile assessorato non ho nulla da dire, non ho preferenze e comunque sceglierà il sindaco, io sono a disposizione”.
Paolo Corsini, ex-sindaco e senatore del Pd. “E’ una vittoria di cui essere molto orgogliosi. Del Bono ha avuto preferenze maggiori di Martinazzoli e di me, questo gli fa molto onore. C’è però, in questa preferenza, anche una bocciatura dell’operato di Adriano Paroli e della sua amministrazione che ha saputo fare ben poco, a parte distruggere quello che altri avevano fatto”.
Luigi Morgano, ex-vicesindaco, candidato lista civica Del Bono. “Ottimo risultato, oggettivamente non ce lo aspettavamo. Questo è il risultato di un buon programma di governo fatto anche da persone serie. Abbiamo dato una risposta politica convincente, e abbiamo un sindaco all’altezza della situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.