Quantcast

Onofri a Paroli: “Mantengo la mia linea”

Il candidato di Piattaforma Civica risponde al sindaco uscente, che gli avrebbe riservato un posto in giunta. "Lo ringrazio, ma restiamo indipendenti".

Più informazioni su

(red.) “Apprendo che Adriano Paroli ha comunicato di avermi riservato l’ultimo posto a disposizione in Giunta, qualora vincesse il ballottaggio e io dovessi cambiare idea e decidere di entrare nella sua squadra.
Ringrazio davvero il sindaco uscente per la stima che mi dimostra con questa nuova offerta, peraltro fatta in modo abile come se fossimo già dopo il ballottaggio e in modo da influenzare così l’elettorato che, apprezzandomi, potrebbe essere indotto a votare per lui”.
Così Francesco Onofri declina l’invito fatto dal sindaco uscente Adriano Paroli. “La mia linea di comunicazione in questa settimana antecedente il secondo turno è stata quella di non fare dichiarazioni di sorta che potessero far venir meno la nostra linea indipendente e fortemente legata ai punti programmatici, e di non aprire alcuna polemica con nessuno dei due candidati o dei loro vecchi o nuovi alleati”.
Tirato in ballo, è però costretto ad intervenire. “Mantengo questa linea e mantengo anche la mia posizione, che è quella scritta nella mia lettera apparsa sui giornali una settimana fa. Ringrazio quindi Adriano Paroli, ma il nostro obiettivo primario è quello di far crescere rimanendo indipendenti un movimento politico e civico di cui vedo la forza e del quale intuisco il possibile ruolo centrale in futuro nello scenario politico bresciano. Anzi, proprio questa richiesta di entrare in Giunta nonostante il mancato apparentamento conferma davvero la forza del soggetto politico che rappresento, dimostrata dalla qualità del lavoro da noi svolto in questi anni e nella nostra campagna elettorale, dal terzo posto per numero di voti, dalla linearità della nostra condotta tra il primo ed il secondo turno, linearità cui non intendo venir meno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.