Padernello, schiuma bianca nel ‘Farfenga’

La roggia è biancastra. Nelle acque, presenti anche liquami animali. Ci si interroga sull’origine delle sostanze presenti nel canale. Scattate le indagini.

(red.) La roggia bresciana conosciuta col nome di “Scolo Farfenga”, nei pressi di Padernello (Brescia) è inquinata. A far scattare le indagini, le immagine inviate da un cittadino che si trovava sul posto a lI Giornale di Brescia.
Il canale, ricolmo di schiume bianche non meglio identificate, ha la sua fonte a Orzinuovi, in località Rossa. Qui la schiuma scompare, ma le acque sono mescolate a liquami di animali. Un agricoltore del posto, fa sapere alla stampa che trovare il corso d’acqua in quelle condizioni è all’ordine del giorno. Sarebbe pratica comune, infatti, per alcuni degli agricoltori e degli allevatori della zona, liberarsi dei liquami degli animali riversandoli nel canale.
Inoltre, da novembre, una normativa europea vieta lo spargimento del concime animale sui campi. Le piante, infatti, inermi dopo il periodo invernale, non sarebbero in grado di smaltire l’azoto contenuto nelle sostanze. È possibile che non tutti i coltivatori abbiano rispettato la nuova normativa e abbiano comunque proceduto allo spargimento dei liquami, che le piogge incessanti di questo periodo hanno trasportato nelle rogge, inquinandole.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.