Novagli, brucia rifiuti speciali: sigilli ad azienda

Scarti e rifiuti inquinanti venivano combusti nel cortile. Polizia locale di Montichiari e Arpa Brescia hanno posto sotto sequestro l’azienda di riparazioni meccaniche.

(red.) Mercoledì 29 maggio un’ azienda con sede a Carpenedolo ma operativa nella frazione di Novagli, in via Mantova, è stata posta sotto sequestro da un’azione congiunta di Polizia locale di Montichiari e Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (Arpa) di Brescia.
Le indagini degli agenti, effettuate in seguito alla segnalazione di alcuni cittadini, hanno evidenziato  che l’azienda, che si occupa di riparazioni di macchine operatrici, al posto di smaltire secondo la procedura i rifiuti speciali prodotti, dava loro fuoco.
Nel cortile della struttura è stato trovato, infatti, m una sorta di forno con cui venivano bruciati gli scarti delle manutenzioni, estremamente pericolosi ed inquinanti.
Le indagini hanno anche evidenziato la presenza di un deposito per una cinquantina di latte metalliche contenenti olio idraulico e di un distributore di gasolio ad uso privato, contenente circa 9000 litri di carburante, per i quali non è stata trovata nessuna autorizzazione. Per ora, tutto il materiale è stato sequestrato e si attendono le analisi dei campioni per verificare l’entità del danno ambientale provocato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.