Ballottaggio, si apre la danza delle consultazioni

Entro domenica Paroli e Del Bono devono depositare le eventuali dichiarazioni di collegamento con le liste che al primo turno non facevano parte delle coalizioni.

(red.) Consultazioni, visite, dialoghi. A Brescia è scattata l’ora delle alleanze in vista del ballottaggio del 9 e 10 giugno.
Entro domenica, infatti, i due aspiranti sindaci, Emilio Del Bono per il centrosinistra e Adriano Paroli per il centrodestra, dovranno depositare le eventuali dichiarazioni di collegamento con le liste che al primo turno non facevano parte delle rispettive coalizioni.
Laura Castelletti ha già dialogato con entrambi gli sfidanti. La candidata di Brescia per Passione, subito dopo l’esito del primo turno, aveva annunciato che non avrebbe  avuto preclusioni. La sua disponibilità a discutere era rivolta a entrambi gli aspiranti primi cittadini. Precisando però, sul suo blog: “Non siamo in vendita come qualcuno vuole insinuare, se dovevo ‘vendermi’ lo facevo nelle tante occasioni politiche che mi sono state offerte da Paroli o Del Bono in questi anni e certamente mi sarei risparmiata la fatica di una campagna elettorale impegnativa come quella appena fatta. Credo che nessuno possa dire il contrario”.
“Siamo disposti a confrontarci con quanti giudicano la nostra visione di città, il nostro modo di agire politico, la nostra esperienza amministrativa importanti per contribuire a dare a Brescia un governo capace di ridarle slancio, speranza e concretezza nelle azioni”, ha spiegato l’ex presidente del Consiglio comunale.
Diverso l’atteggiamento sul fronte Piattaforma Civica, che ha ottenuto un ottimo risultato al primo turno. Francesco Onofri ha aperto una sezione sul suo blog per raccogliere i commenti, i consigli, e le raccomandazioni dei propri sostenitori e non solo.
Probabilmente, visto il composito gruppo che sorregge la lista civica, verrà data libertà di voto, senza apparentamenti predefiniti. Del resto Onofri è forte di un risultato pari al 7,43%, che lo ha piazzato al terzo posto subito dietro i candidati maggiori.
Passando poi al Movimento 5 stelle, che ha ottenuto un consenso elettorale al di sotto delle aspettative, la candidata a sindaco Laura Gamba, contattata da Del Bono, si è detta disponibile a un incontro, chiarendo subito però che non ci saranno apparentamenti.
Intanto, prosegue la seconda fase della campagna elettorale in vista del ballottaggio. Paroli e Del Bono sono impegnati nel tour de force finale con incontri, dibattiti, aperitivi e cene elettorali nelle varie zone della città. Per loro, che si fronteggiano in un testa a testa sul filo di lana, ancora dieci giorni molto intensi visto che ogni voto può essere determinante per  la vittoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.