Quantcast

Elezioni, in cinque anni persi 30mila voti

E' il dato più rilevante di queste comunali: hanno infatti votato solo due su tre degli aventi diritto (141mila). Un calo del 20% rispetto alle elezioni del 2008.

Più informazioni su

(red.)  Drastico calo di affluenza alle urne bresciane. Un trend rilevato anche a livello nazionale, ma che nel bresciano ha portato ad una perdita di 30mila elettori in cinque anni.
Hanno infatti votato solo due su tre degli aventi diritto (141mila). Un calo del 20% rispetto alle elezioni del 2008.
Il calo dei votanti si registra anche in tutti i 15 comuni della provincia alle urne per il rinnovo dell’amministrazione. Ma con percentuali diverse. A Offlaga il record negativo con -24% rispetto a 5 anni fa, e a Travagliato, dove i votanti sono calati del 21% . In calo del 17% a Milzano, del 16% a Manerbio, del 14% a Trenzano, dell’11% a Toscolano (11%), e del 13% ad Agnosine e Quinzano (13%).
Facendo un confronto poi con il 1994, gli elettori “svaniti” sono ben 50mila, quando espresser o la propria preferenza per sindaco e consiglieri comunali 141.623 bresciani sui 164.475 che ne avevano diritto.
Ma la disaffezione al voto incominciava a prende re le mosse già quattro anni dopo, quando gli elettori furono 124.006 votanti su161.380.
Nel 2003, al primo turno delle elezioni comunali si presentarono ai seggi 120.024 cittadini: il 77,14% dei 155.570 aventi diritto. Nel 2008, invece, ci fu un incremento: alle urne si recò l’84,665 degli aventi diritto.
Nella tornata attuale, invece, la percentuale dei bresciani che hanno votato è stata pari al 65,47%, quasi il20% in meno del 2008.
Dopo un’astensione così alta al primo turno resta da vedere quanti saranno gli elettori che si presenteranno domenica 9 e lunedì 10 giugno al ballottaggio.
Riprendendo i dati storici, nel 1994, furono 19mila meno rispetto alla prima votazione (vinse Mino Martinazzoli che sfidava Vito Gnutti), bene 26mila unità in meno invece furono registrate al ballottaggio del 1998 quando vinse paolo Corsini su Giovanna Della Bona. Nel 2003, al secondo turno (vinto sempre da Corsini, questa volta contro Viviana Beccalossi) votarono 8mila bresciani in meno.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.