Quantcast

Tomasini: “Commissione antimafia in Loggia”

Il giovane candidato di Spirito Libero propone l'istituzione del nuovo organismo. Al vaglio l'ipotesi di contattare Nando Dalla Chiesa, come consulente.

Più informazioni su

(red.) Una Commissione Comunale Antimafia a Brescia all’indomani delle amministrative.
E’ la proposta di Marzio Tomasini, candidato per Spirito Libero, lista della coalizione che sostiene Emilio Del Bono alle amministrative di Brescia. “Credo che tale costituenda Commissione Comunale Antimafia di Brescia”, spiega Tomasini, “dovrà operare in sinergia con la Procura Distrettuale bresciana, gli Enti Locali e l’analoga esperienza già attivata presso il Comune di Milano. E su tale specifico punto, unitamente ad un consulente legale penalista, si è pensato di contattare il  Nando Dalla Chiesa,  nella prospettiva di poter beneficiare della sua preziosa esperienza in materia per consigliare, coadiuvare e/o dirigere tale futura commissione antimafia”.
Tomasini, 25 anni, è tra  i promotori e fondatori della Rete Antimafia di Brescia. “Ho ritenuto di focalizzare il mio impegno per la cosa pubblica nel sottolineare il problema della presenza nel bresciano di organizzazioni criminali di tipo mafioso, e su tutte ‘ndrangheta; dalle osservazioni  della Direzione Nazionale Antimafia inerenti al Distretto bresciano per il periodo 2010-2012 si evince, infatti, con ampia inquietudine, la presenza di una ‘locale’ di ‘ndrangheta in Val Trompia, prontamente oggetto delle indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia, accanto alla scoperta di come i gruppi ‘ndranghetisti operanti nel bresciano tendano a mostrare significativi profili di autonomia rispetto ai luoghi d’origine, con forme d’azione ‘modulate elasticamente sulle peculiarità del territorio’, come noto tra i più produttivi del paese, con le sue fabbriche, industrie e terziario avanzato, soprattutto sul Lago di Garda”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.