Loggia, l’agenda verde di Legambiente

L'associazione ambietalista ha redatto un documento rivolto ai futuri amministratori della città. Più verde e più mobilità sostenibile, meno auto e parcheggi.

(red.) Più alberi in città, pianificazione della mobilità, pubblica e privata, azzeramento del consumo di territorio, raccolta differenziata all´80 per cento, bacino provinciale dei rifiuti nel termoutilizzatore, spegnimento di una delle linee, metano nella centrale di Lamarmora, bonifica immediata dei siti inquinati.
Queste le proposte, messe nero su bianco, da Legambiente per le amministrative di fine maggio a Brescia.
L’associazione ambientalista non è presente in loggia con una propria lista, anche se il suo ex presidente Isaac Scaramella si presenterà come indipendente per “Al Lavoro con Brescia” di Marco Fenaroli. Una candidatura che non ha mancato di sollevare qualche polemica.
Oltre ai “più” che fanno parte dei desiderata del Cigno verde, ci sono anche molti “meno” nell’elenco che i futuri amministratori della Leonessa devono mettere in agenda: meno automobili, meno centri commerciali, meno inquinamento dei fiumi Mella e Garza, meno aree urbanizzate nel Pgt, ma anche meno parcheggi nel centro storico di Brescia,
Il vicepresidente cittadino Carmine Trecroci, che sostituisce “pro tempore” Scaramella, che si è autosospeso in attesa dell’esito delle elezioni, servono una serie di “azioni correlate” e un Piano urbano della mobilità sostenibile ampliando le zone a traffico limitato. Un secco “no” alla proposta di trasferimento degli uffici comunali nella Sede Unica ai Magazzini generali, poiché una locazione lontana dall’asse di servizio della metropolitana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.