Quantcast

Scossa di terremoto tra Brescia e Trento

Il sisma, di magnitudo 2.9 della scala Richter, avvertito alle 21,42 di martedì 30 aprile con epicentro nei pressi di Bagolino. Non si sono verificati danni a cose o persone.

(red.) Una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 della scala Richter è stata avvertita alle 21,42 di martedì 30 aprile nel bresciano, precisamente nei pressi di Bagolino, sul confine con Trentino Alto Adige (zona del Garda).
Stando ai dati giunti nella rete di monitoraggio, la scossa, abbastanza superficiale (ipocentro fissato a soli 6.5 km nel sottosuolo), e di moderata intensità è stata distintamente avvertita nei pressi dell’epicentro, con tremori e intensi boati.
La scossa è stata avvertita a Brescia, Bergamo, Trento e tutta la zona del Garda. Non si sono verificati danni a cose o persone.
Di seguito i centri abitati presenti nel raggio di 20 km nei quali il movimento tellurico è stato percepito dalla popolazione. Comuni entro i 10Km: nel bresciano sono Anfo, Bagolino, Capovalle, Idro, sul versante trentino del Benaco sono Bondone e Storo.
Tra 10 e 20 km: Barghe, Collio, Lavenone, magasa, Pertica Alta, Pertica Bassa, Preseglie, Provaglio Valsabbia, Sabbio Chiese, Treviso Bresciano, Valvestino, Vestone, Vobarno, e, nel Trentino, Bersone, Brione, Castel Condino, Cimego, Condino, Daone, Pieve di Bono, Praso, Prezzo, Tiarno di Sopra, Tiarno di Sotto.


Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.