Quantcast

Si rompe una tubatura, allagata via San Faustino

Un fiume d'acqua ha invaso la strada del centro storico di Brescia. Nessuna conseguenze sulla vicina fermata della metropolitana. Strada chiusa per 20 giorni.

(red.) Risveglio sotto l’acqua per via San Faustino.
La storica via del centro di Brescia si è ritrovata allagata, nella mattina di domenica 21 aprile, a causa di una conduttura dell’acqua che si è aperta, riuscendo persino a bucare l’asfalto. Allagata la zona dell’incrocio con via Porta Pile e la salita del Castello, mentre non ci sono state conseguenze per la vicina fermata della metropolitana. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco, della polizia locale e di A2A, che hanno provveduto a bloccare l’acqua.
Alle 16, anche il sopralluogo dell’assessore ai lavori pubblici Mario Labolani e del sindaco Adriano Paroli. Secondo i tecnici, si sarebbe rotta una tubatura vecchia, ma è da escludersi che c’entrino i lavori della metro.
Già sostituito il pezzo rotto, ma per qualche giorno la zona di piazzale Cesare Battiti resterà chiusa  per coprire la buca che si è creata e asfaltare: non si potrà pertanto accedere in via San Faustino.
I tempi per gli interventi sono fissati in 15-20 giorni durante i quali via San Faustino sarà chiusa al traffico. Le tubature verranno sostituite fino a piazzale Leonardo da Vinci. nel frattempo sono previste anche modifiche ai percorsi di alcune linee degli autobus.
Disagi limitati per le abitazioni che insistono sulla strada: solo un tratto di via Silvio Pellico è rimasto “a secco” per l’intera durata dei lavori. Nel pomeriggio di domenica, a seguito della sostituzione del pezzo di conduttura rotta, l’acqua è tornata anche nelle case.
Ancora da appurare le cause del danno, ma pare che la tubatura, infatti, negli ultimi giorni, sia uscita dal suo asse regolare, dando luogo a una perdita che ha impregnato il terreno fino a fare esplodere l’asfalto.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.