Primarie centrosinistra, vince Emilio Del Bono

Il candidato del Pd ha conquistato il 67,87% delle preferenze. A Marco Fenaroli il 29,35% dei voti, mentre il 2,79% ha scelto Maria Cipriano.

(red.) Sarà Emilio Del Bono il candidato del centrosinistra che sfiderà Adriano Paroli nella amministrative di Brescia del 26 maggio.
Buona la affluenza alle urne nella giornata di domenica, dove i 23 seggi cittadini sono rimasti aperti dalle 8 alle 20: 4.893 i votanti.
Si sono concluse con la vittoria del candidato del Pd le primarie del centrosinistra che si sono svolte domenica 14 aprile. Del Bono ha ottenuto il 67,87% delle preferenze contro il 29,35% di Marco Fenaroli (Al lavoro CON Brescia) e il 2,79% di Maria Cipriano (Spirito Libero). I voti validi sono stati 4.883, 8 le schede bianche, 2 le schede nulle. In totale hanno votato per Emilio Del Bono 3314 elettori, 1433 per Fenaroli, 136 per Cipriano. L’affluenza di domenica è una volta e mezzo quella registrata per le primarie regionali (3.171 votanti) e il 165% in più delle Parlamentarie di fine dicembre (quando votarono in 2.952).
Il vincitore ha detto che “i cittadini hanno capito che siamo l’unica vera alternativa a Paroli”. L’obiettivo annunciato da Del Bono in vista delle elezioni comunali è quello di intercettare l’elettorato al di fuori del “perimetro dell’attuale schieramento di forze che hanno preso parte alle primarie”, puntando ai moderati, rimasti esclusi dalla precedente tornata elettorale.
Sebbene abbia comunque ottenuto un buon risultato, Marco Fenaroli non ha mancato di esprime la propria delusione per l’esito delle consultazioni, sottolineando i “limiti del mio comitato dentro la coalizione”. L’ex segretario Anpi Brescia ha poi riconosciuto la vittoria del Pd che ha “dimostrato di essere radicato nei quartieri”. Un aspetto, ha sottolineato Fenaroli, che potrà essere decisivo nel voto di maggio.
La terza contendente, Maria Cipriano, segretaria cittadina dello Psi, pur sottolineando che la sua partecipazione è arrivata per ultima rispetto a quelle di Del Bono e Fenaroli, è rimasta comunque soddisfatta del suo risultato personale, ma anche dell’esperienza in sè, definita “stimolante” ed ha annunciato il suo appoggio alle amministrative per il candidato del Pd.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.